Muratori del verde

CVM soluzioni casa realizza strutture esterne per giardino come pergolati, tettoie, coperture e camminamenti.

CVM Soluzioni Casa offre piccoli interventi di muratura, ristrutturazioni, pavimentazioni e rivestimenti esterni oltre a strutture esterne per giardino. Interventi migliorativi per rendere sicuro, vivibile e piacevole il vostro tempo passato all’esterno.

Un giardino organizzato e curato è il sogno di tutti gli amanti del verde; esistono svariati allestimenti che rendono questo spazio una zona piacevole e funzionale come percorsi e stradine, camminamenti e aree di sosta con gazebi, l’uso studiato dei dislivelli naturali può essere sfruttato per definire zone del giardino con funzioni differenti. Materiali diversi poi per stili differenti; dalle rocce giganti ai semplici mattoni, dalle mattonelle alle assi di legno, ghiaia oppure pietre naturali basta scegliere.

Un giardino dopo il nostro intervento.

strutture in legno per giardino

In collaborazione con

Zaggia Pavimenti

Interveniamo in abitazioni private, zone condominiali ed aziendali, realizziamo strutture esterne per giardino.

Come e dove interveniamo…

null

Terrazzamenti

Terrazzare significa diminuire la pendenza del terreno rimuovendo la terra, rimuovendo le pietre esistenti per creare i muri di sostegno in grado di collaborare con i terreni resi il più possibile pianeggianti e quindi più facilmente vivibili. Terrazzare un terreno non significa soltanto renderlo praticabile e coltivabile ma anche valutarne l’orientamento e l’esposizione, la pendenza, il livello di scorrimento delle acque. Un buon terrazzamento garantisce il controllo e la gestione idraulica del terreno, il corretto deflusso delle acque pluviali, lo smaltimento delle acque in eccesso, una buona irrigazione.

null

Camminamenti e Marciapiedi

Pratici e d’arredo, in uno spazio verde camminamenti e/o marciapiedi diventano quasi indispensabili per 3 motivi principali:

  • permettono di raggiungere le diverse zone del giardino senza calpestare l’erba
  • sono molto utili sia per suddividere lo spazio in aree ordinate sia per accedervi facilmente ‒ anche in caso di pioggia
  • se realizzati con uno stile in linea con l’ambiente abitativo, possono conferire un particolare valore aggiunto dal punto di vista estetico

Per la realizzazione di un camminamento possono essere utilizzati tantissimi materiali: legno, ghiaia, ciottolato, pietre, lastre regolari, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Sia che si tratti di una casa con elementi in pietra o in legno, oppure di un’abitazione più moderna e minimale, un camminamento può essere la soluzione migliore per dare un tocco naturale, rustico e allo stesso tempo ordinato all’ambiente esterno.

null

Muretti e Muri di Contenimento

I muri di contenimento si caratterizzano essenzialmente in relazione al materiale con il quale vengono realizzati. Il materiale impiegato è del tipo non resistente a trazione (muratura o calcestruzzo) o resistente a trazione (cemento armato). La scelta del materiale riguarda ragioni economiche (disponibilità sul luogo, le attrezzature e la mano d’opera) e progettuali (dimensioni della parete).
La stabilità risulta assicurata, quando sia verificata la stabilità del muro a:
1)      ribaltamento;
2)      scorrimento;
3)      schiacciamento;
4)      stabilità globale.

null

Massetti

Il massetto, in edilizia è quell’elemento costruttivo orizzontale che viene adottato per raggiungere uno o più dei seguenti obiettivi: livellare una superficie, rendendola perfettamente piana; ripartire il carico degli elementi sovrastanti; ricevere la pavimentazione finale. Lo spessore del massetto è variabile in base alla tipologia dell’ambiente (per esempio all’interno di un edificio può andare da 4 a 8 cm). Il suo scopo è di rendere piano il sottostante substrato di calcestruzzo (solaio o pavimentazione); in secondo luogo, serve ad accogliere tubazioni e cavi di servizio. Se la sovrastante pavimentazione (ceramica, pietra o legno) è posata per incollaggio, è proprio sopra al massetto che viene stesa la colla.
Il massetto generalmente è composto da tre materiali utilizzati in opportune proporzioni: cemento, inerte (sabbia e/o ghiaia, ad esempio) e acqua. Il dosaggio dei vari elementi varia in base all’ambiente esterno e alla locazione che esso avrà (interno o esterno, a scopo civile o industriale). Molto spesso vengono usati additivi o altri materiali in aggiunta a quelli tipici (esempi comuni sono il polistirolo, usato per alleggerire il massetto, o il quarzo, utilizzato per lisciarlo e renderlo più tenace). Per rinforzarlo e renderlo più collaborante si può utilizzare una rete in ferro, come nel caso di solai in calcestruzzo.
La posa di ceramiche, marmi o altro sul massetto avviene perlopiù in due modi: fresco su fresco o a colla. La lavorazione del fresco su fresco prevede la posa della pavimentazione immediatamente successiva alla formazione del massetto. In questo caso si tratta generalmente di pavimentazioni civili e interne. È molto importante eseguire questa lavorazione in posti non soggetti a sbalzi di temperatura, forte umidità e gelo, perché ciò comporterebbe la rottura nel giro di poco tempo (uno-due anni) di zone della pavimentazione.
Nelle pavimentazioni a colla si procede all’incollaggio del pavimento una volta che il massetto è completamente maturato.

null

Strutture in Legno

Tettoie, coperture, pergolati, box. Il legno è un ottimo materiale per realizzare solide strutture esterne come pergolati, tettoie, coperture e box.

null

Pose

I pavimenti per esterni sono sempre più di moda e tecnologicamente avanzati per sopportare le insidie del tempo. Le lastre di grande formato di pietra o di grès porcellanato sono un’ottima soluzione per realizzare pavimenti per esterni senza dover ricorrere a leganti cementizi.
Nel caso si voglia realizzare una pavimentazione carrabile occorre predisporre un massetto solido, stagionato e ben livellato. Su questo si stende un adesivo idoneo ad impieghi esterni sul quale si possono incollare le lastre procedendo come per un normale pavimento piastrellato.
Se non si vuole ricorrere all’ utilizzo di materiali cementizi si può optare per la posa a secco su ghiaia o sabbia. Non richiede l’ausilio di alcun elemento di fissaggio al sottofondo o di unione tra le lastre, ciascuna delle quali rimane semplicemente posata sullo strato di allettamento.

null

Porfido

Questo tipo di pietra viene spesso utilizzata per applicazioni all’esterno poiché è molto resistente sia al forte freddo sia a temperature decisamente elevate. Lo possiamo trovare perciò in particolare in vari tipi di pavimentazioni (dai bolognini o sanpietrini a lastre di modeste dimensioni) come anche utilizzato per rivestimenti, pareti ventilate e targhe nella versione porfido viola della Val Camonica.
Questa roccia viene utilizzata per pavimentazioni esterne o stradali perché è dotata di una scabrosità naturale, in quanto ha una superficie polimineralogica ed è composta da minerali aventi parametri di usura differenti.
Per le loro proprietà tecniche e cromatiche, alcuni porfidi sono largamente impiegati nella realizzazione di elementi architettonici (ad esempio piani da cucina, davanzali, scale, pilastri) e nell’arredo giardino.
Il porfido viene inoltre frantumato e vagliato per produrre granulati, ghiaietti, stabilizzati o ciottoli di porfido. Storicamente questo processo ha permesso di utilizzare tutti gli scarti provenienti dalle altre lavorazioni e quindi ridurre l’impatto sull’ambiente.

null

Cemento Stampato

Il pavimento stampato è un pavimento monolitico, senza fughe. Perciò è più facile da pulire e non presenta punti deboli dove l’acqua possa infiltrarsi o dove muschi e erbe infestanti possano crescere. E’ possibile inoltre aggiungere speciali resine protettive che rendono pavimento e cemento stampato inattaccabili da oli e grassi, antiassorbimento, antimuffa, antipolvere.
Il pavimento in cemento stampato viene impresso con appositi stampi in gomma che danno vita a decorazioni in finta pietra, finti mattoni, finto legno, finte piastrelle, rosoni e greche.
Il risultato finale del pavimento stampato è esteticamente di grande effetto con superfici decorate che riproducono alla perfezione la bellezza dei rivestimenti tradizionali, con performance superiori. Il pavimento in cemento stampato è molto solido: resistente al tempo, all’usura e al passaggio anche di mezzi pesanti.
Il pavimento stampato è la soluzione ideale per realizzare strade, piazzali, piste ciclabili, marciapiedi, aree pedonali, porticati, rampe d’accesso ai garage, pavimentazioni di centri commerciali, hotel, campeggi e parchi divertimento.

null

Rivestimenti

I rivestimenti esterni hanno la funzione di conferire alle pareti perimetrali un adeguato comportamento rispetto alle sollecitazioni meccaniche e alle aggressioni portate dall’ambiente esterno e dai fenomeni meteorologici (intemperie).
I rivestimenti esterni possono essere divisi in:

  • rivestimenti di intonaco
  • rivestimenti di lastre di materiale lapideo
  • rivestimenti metallici e di lastre di fibro-cemento
  • rivestimenti di legno
  • rivestimenti di piastrelle e lastrame
  • lamiere per rivestimenti esterni

null

Recinzioni

Un recinto è una struttura autoportante progettata per limitare o impedire il movimento oltre un confine territoriale. Le recinzioni sono generalmente distinte dalle mura per la loro costituzione più leggera e per lo scopo per il quale sono state concepite. Le mura sono in genere ostacoli realizzate in mattoni pieni o in calcestruzzo, bloccando così sia la visione che il passaggio, mentre le recinzioni vengono utilizzate più frequentemente per fornire un sezionamento visivo degli spazi.

Visita anche il nostro sito cvm-soluzionicasa.it